Cosa significa microfiltrazione?

L'esclusivo sistema Hydro Filter (basato sulla candela ceramica a trattamento batteriologico Chamberland-Pasteur) purifica l'acqua eliminando i batteri e rimuovendo in modo efficace un'ampia gamma di sostanze nocive, senza alterare le qualità dell'acqua.
Le cartucce filtranti Hydro Filter sono in grado di trattenere sedimenti, cloro, microrganismi e altre sostanze inquinanti.

Come avviene la microfiltrazione?

Utilizzando solo la pressione della rete idrica, l’acqua viene forzata ad attraversare diversi materiali con funzioni assorbenti, antibatteriche e filtranti.

La prima fase del processo di microfiltrazione consiste in un passaggio attraverso carbone attivo argentizzato. Il carbone attivo viene utilizzato da sempre per trattare l’acqua potabile poiché in grado di svolgere un’azione assorbente. L’argento ha la funzione batteriostatica.

La seconda fase del processo di microfiltrazione consiste nel passaggio attraverso la candela ceramica microporosa Chamberland-Pasteur costituita da una serie di argille cotte a 1.200° con matrice filtrante di 0,1/0,2 micrometri. La candela ceramica è in grado di impedire il passaggio di impurità, parassiti, batteri, fibre di amianto, piombo e metalli ossidati. 
Qualora nell’acqua di rete si rilevino arsenico e nitrati occorrono apparecchiature specifiche.

I dispositivi HYDRO FILTER sono studiati per il trattamento di acque potabili. Per acque di pozzo occorre valutare le analisi di laboratorio.

Come si installano i dispositivi?

L'installazione di tutti i modelli sopra lavello è molto semplice e può essere effettuata direttamente dall'utente seguendo le istruzioni fornite.
Per i modelli sotto lavello l'installazione deve essere effettuata dall'idraulico di fiducia. All'interno delle confezioni si trova tutto il necessario per il funzionamento dell'apparecchio e il manuale con le istruzioni per l’installazione.

Ogni quanto tempo occorre sostituire il filtro ? Questa operazione necessita di un tecnico?

I filtri devono essere sostituiti ogni 6 mesi o 1800 litri di acqua utilizzata.
L’operazione di sostituzione della cartuccia filtrante è molto semplice e non necessita di interventi di tecnici o di assistenza.

Cosa devo fare se lascio l’apparecchiatura ferma per molto tempo?

Se l’impianto non viene utilizzato per molto tempo (ad es. per le ferie estive), è opportuno chiudere il rubinetto di ingresso per non tenerlo sotto pressione, svuotarlo dall’acqua all’interno e togliere la cartuccia. Al momento del riutilizzo dell’apparecchiatura si consiglia di lasciare scorrere l’acqua .

Come posso pulire l’apparecchiatura?

Per quanto riguarda le apparecchiature in plastica si consiglia di utilizzare solamente un panno umido ed eventualmente saponi delicati. Non utilizzare detergenti abrasivi o acidi. Per evitare contaminazioni o perdite di acqua si prega di prestare attenzione durante le  operazioni di pulizia in prossimità dei raccordi. Nei modelli in acciaio inox utilizzare la punta di un cucchiaino di acido citrico disciolto in un bicchiere d'acqua, prima di installare la cartuccia filtrante. Dopo il lavaggio,  sciacquare accuratamente ed installare la cartuccia.

Quanto risparmio con HYDRO FILTER?

Una volta ammortizzato il costo iniziale dell'apparecchiatura, utilizzando tutta l'acqua necessaria sia per bere che per cucinare, il costo giornalieroè di 20/30 centesimi. Ciò dipende sempre dalla tipologia del dispositivo installato (con o senza prefiltro o con numero multiplo di filtri).

HYDRO FILTER_Tabelle_1big.png

Quanto dura la garanzia?

La garanzia è di due anni su tutti i difetti di fabbricazione.

Quali sono i vantaggi delle apparecchiature HYDRO FILTER rispetto alle altre in commercio?

Sono semplici da installare e da utilizzare.

Non privano l’acqua dei Sali minerali, mantenendo inalterate le proprietà naturali dell’acqua.

Funzionano con la pressione idrica e senza utilizzo di corrente elettrica.

Il sistema composito di filtrazione è assolutamente naturale.

Sono approvati dal Ministero della Sanità e sono conformi al Decreto Ministeriale n. 25 del 07/02/2012, "Regolamento recante disposizioni tecniche concernenti apparecchiature per il trattamento domestico di acque potabili" .