Produzione e impatto ambientale delle bottiglie d'acqua in plastica

La produzione di bottiglie di plastica

Gran parte delle bottiglie d'acqua sono costituite da un certo tipo di plastica derivata dal petrolio e chiamata polietilene tereftalato, noto anche come PET. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista National Geographic , il più grande consumatore al mondo di acqua in bottiglia, gli Stati Uniti, produce circa 29 miliardi di bottiglie d'acqua all'anno. Ciò comporta circa 17 milioni di barili di petrolio utilizzati nella produzione di PET.

Si tratta di un importo considerevole, soprattutto se si tiene conto del fatto che si tratta di un prodotto che, in pratica, è usa e getta - spesso lo usiamo solo una volta. Naturalmente riciclare il materiale è essenziale e fa la differenza, tuttavia, dobbiamo anche ricordare gli investimenti in energia e logistica necessari per il processo di riciclaggio. In questo modo, solo una parte del prodotto finisce per essere rielaborata. Gran parte di questo materiale finisce nelle discariche e, purtroppo, nei mari e nei fiumi.

L'impatto ambientale delle bottiglie di plastica

Confrontando il ciclo di vita del packaging in PET con quello dell'alluminio e del vetro, il PET è quello che causa i maggiori impatti ambientali, diretti, indiretti o post-consumo.

Quando le bottiglie in PET raggiungono gli oceani, i mari e i fiumi, impiegano circa 400 anni nel processo di degradazione e possono addirittura causare perdite di biodiversità. Inoltre, diventano microplastiche, cioè piccole particelle di plastica che sono inquinanti e tossiche, responsabili dell'uccisione di migliaia di animali in tutto il mondo che le confondono per cibo.

Come risolvere questo problema?

L'ideale è ridurre l'acqua in bottiglia al minimo necessario, in accordo con il recente accordo delle istituzioni dell’Unione Europea, che pianifica un drastico taglio nella produzione e utilizzo di oggetti in plastica mono-uso.

Anche con tutto questo, la plastica è ancora un materiale importante, moderno e flessibile per l'uomo nella società di oggi. Tuttavia, per andare verso un mondo più sostenibile, dobbiamo ripensare al suo uso ed evitare sempre più prodotti usa e getta, specialmente quelli che non sono biodegradabili e ridurre l'impatto ambientale delle bottiglie di plastica sul pianeta.

Marisa Molinario